Il museo virtuale MuByz presenta i capolavori dell’architettura e l’esposizione delle collezioni museali che hanno contribuito molto alla formazione dell’identità culturale europea. Il museo ci permette di studiare i simboli dell’arte e svela il mistero sullo sviluppo dei valori umani.

Nella sala dell’architettura della sezione COLLEZIONI sono raccolti i modelli in 3D dei monumenti più significativi della cultura europea. Le tecnologie moderne apriranno le porte virtuali di questi monumenti e presenteranno i loro interni, accompagnati da audioguide, che non solo racconteranno la storia del monumento ma si soffermeranno anche sui dettagli degli interni e sui personaggi storici ad esso legati.

La sala delle collezioni museali custodisce i capolavori dei musei più famosi del mondo. L’esposizione presenta il modello in 3D di ognuno dei tesori: possiamo osservarlo da tutti i lati e ascoltare l’audioguida che presenta il ruolo di ogni monumento nella storia della civiltà.

La sezione ITINERARI organizza un viaggio attraverso i monumenti architettonici presenti nel museo virtuale. Tali monumenti si possono trovare in un’unica città, così come possono accomunare diverse città, se non addirittura paesi.

La sezione SIMBOLI presenta i materiali video sul simbolismo dell’arte bizantina. Inoltre ci permette di esaminare il modo in cui l’uomo legge i simboli dell’arte attraverso il suo subconscio con l’aiuto di un elemento misterioso, gli archetipi dell’inconscio collettivo.

La sezione CRONACA presenta i fatti più rilevanti dalla storia di Bisanzio e le biografie delle persone più importanti.

La sezione LE MIE COLLEZIONI custodisce tutti i modelli in 3D e le audioguide che avete selezionato.

Studiate gli oggetti esposti del museo virtuale ed ascoltate le audioguide per comprendere i processi misteriosi che si sviluppano nella società.

Il patrimonio della cultura bizantina e i monumenti di quest’epoca indubbiamente compongono un contributo immenso nel mosaico della cultura europea e hanno un grande valore nella formazione dell’identità europea dei popoli. Se ci permettiamo di considerare un simbolo poetico dei monumenti storici come un archivio dei rapporti sociali passati, della realtà sociale passata, possiamo supporre che sono strumenti importanti per creare l’identità personale. Essa si sviluppa nell’area appartenente a due mondi: sociale e personale, questa è la proiezione della società verso la persona e viceversa. L’identità personale come un canale attraverso il quale la società porta i suoi valori verso la persona. Questo a sua volta ci permette arrivare alla conclusione che il significato dei simboli dell’arte: sia della pittura e scultura, che dell’architettura, è nel trasmettere i valori umani della società verso la persona.

Il Museo Virtuale MuByz si concentra l’attenzione sulla cultura Bizantina presentando ai visitatori del Museo virtuale i simboli dell’arte dei monumenti Bizantini, del periodo quando sono nati tanti valori umani odierni. Vari monumenti ci danno la possibilità di comprendere il ruolo della cultura sia dei Paesi europei che dei paesi di origine di nuovi immigrati, permettendo di comprendere in pieno quei valori presenti nella società moderna.

Così, per armonizzare le relazioni nella società europea, il compito della società attuale dovrebbe essere quello di permettere la formazione di una serie di attività culturali orientate a far conoscere ai nuovi membri della comunità, sia quelli di nuova generazione sia che agli stranieri immigrati, la cultura europea in tutta la sua prospettiva storica e la sua polifonia nazionale. Obiettivo finale di tal cosa è dare la possibilità allo straniero che si trasferisce in modo permanente in Europa di iniziare ad identificarsi con la cultura europea, sentendosi parte di essa e comprendendola via via in tutte le sue sfaccettature.

Nel Consiglio d’Europa, che è stato creato prima della Comunità Europea, la cultura rappresentava uno dei capitoli principali. Già nel giugno del 1919 Konrad Adenauer (padre fondatore dell’Unione Europea, già cancelliere della Repubblica Federale Tedesca) in un suo famoso discorso, invocò la necessità di creare una comunità di nazioni per la salvezza dell’Europa, basata non soltanto sugli interessi economici, ma anche su un avvicinamento culturale. Perciò egli invitava a riconoscere e coltivare gli aspetti comuni della cultura europea. Allo stesso modo Robert Schuman (già ministro degli affari esteri francese, fondatore dell’Unione Europea) nel suo libro sull’Europa scrisse: l’Europa, prima di essere un’alleanza militare o un’entità economica, deve essere una comunità culturale nel significato più alto di questa parola. Così il museo virtuale MuByz diventa uno strumento efficace nel processo di formazione dell’identità culturale europea.

Con il patrocinio di

Rappresentanza in Italia